Costruire una pipa

Costruire una pipa

costruire una pipaCostruire una pipa, oltre che di mani esperte e molta pazienza, passione  e dedizione, necessita l’uso di materiali e processi appropriati.

La lavorazione di una pipa passa attraverso la costruzione separata dei suoi componenti principali e poi alla loro unione in un insieme che deve essere al contempo gradevole, armonioso e funzionale.

Materiali

“…ogni materiale che uso per costruire una pipa ha caratteristiche differenti, ma ha la stessa importanza…”

Inserti

Gli inserti sono parti accessorie con pure finalità estetiche: possono essere costituite da anelli inseriti tra bocchino e pipa oppure parti più complesse incastonate nel corpo della pipa. Di seguito elenchiamo alcuni tra i materiali più comunemente usati per la loro costruzione.

Bosso

Il legno di bosso è un legno di origine orientale, molto duro e resistente,  particolarmente difficile da lavorare. Viene principalmente usato per la costruzione di oggetti di piccole dimensioni quali sculture e parti di strumenti musicali. Presenta una venatura molto fine e compatta, con un colore che va dal bianco al giallo limone, sempre comunque con tonalità molto chiare.

Ebano Macassar

L’ebano Macassar è usato per costruire piccoli oggetti decorativi e strumenti. In ebanisteria è utilizzato per gli strumenti musicali e mobili intagliati . L’alburno è di colore biancastro e tende al bruno-rossastro, il
durame è molto scuro, con striature di luce che gli donano un aspetto molto gradevole e decorativo.

Ebano del Gabon

Pregiato legno di origine africana, è principalmente utilizzata per realizzare oggetti completi o parti di essi quali  intarsi, impiallacciature di mobili, costruzione di strumenti musicali, scacchiere e oggetti di lusso. Si tratta di un legno molto duro e ha notevoli proprietà fisiche sia statiche che dinamiche.

Bocchino

E’ la parte terminale della pipa che viene messa in bocca per aspirare il fumo.

Si utilizzano principalmente due materiali dalle caratteristiche differenti:

Metacrilato

Costruire un oggetto con questo materiale fa si che questo possa mantenere inalterate nel tempo  lucentezza e brillantezza ma come conseguenza risulterà molto duro al tatto se confrontato con uno realizzato in ebano.

Un bocchino costruito in metacrilato sembrerà sempre nuovo ma risulterà molto duro al contatto con i denti.

Ebanite

L’ebanite è stata Scoperta in Inghilterra circa nel 1878 e poi sviluppata in seguito da alcuni chimici di origine tedesca; è ottenuta attraverso la  vulcanizzazione (procedimento tramite il quale si modifica la composizione molecolare della gomma al fine di migliorarne le caratteristiche) di gomme naturali o sintetiche con un elevato grado di insaturazione.

Di colore nero lucido, manifesta buona resistenza ed elasticità mantenendo comunque una notevole morbidezza che la rende facile da lavorare e gradevole al contatto con i denti.

Fornello

Il fornello è la parte cava della pipa dove si inserisce il tabacco ed avviene la combustione che genera il fumo. Nel costruire una pipa è la parte che richiede il tempo maggiore.

Radica

La radica cresce nel bacino del Mediterraneo ed è ottenuta dalla radice di una pianta conosciuta come Erica arborea. Il legno di radica offre durezza, durata nel tempo e resistenza al fuoco. Mostra venature armoniose e uniche che permettono quindi la costruzione di pipe dalle finiture esclusive.

Legno d’ulivo

Originario dell’Asia, il legno d’ulivo è utilizzato prevalentemente per la scultura grazie alla sua elevata durezza. Con colori che vanno dal giallo al verde con sfumature nere o marroni dona alla fumata un piacevole ed intenso sapore adatto per i tabacchi forti, di cui smorza leggermente l’aroma.

Lavorazione

La costruzione delle pipe viene tradizionalmente eseguita a mano utilizzando un trapano per i fori, seghe e raspe per la sgrossatura e, infine, carta vetrata di diverse grane per la finitura della superficie . Si parte dai materiali grezzi e con l’uso di appropriati strumenti e tecniche si vanno ad asportare le porzioni di materiale in eccesso fino ad ottenere il risultato desiderato. Nel costruire una pipa l’esperienza, l’estro e la fantasia dell’artigiano sono la guida  principale delle sue mani.

Pipe Rusticate

La rusticatura consiste nel rendere la superficie del fornello molto ruvida; questa lavorazione si applica per nascondere difetti o venature della radica non in tono con il resto della pipa. Gli strumenti che vengono utilizzati comunemente sono piccoli scalpelli, punte e vari tipi di sgorbie.

Pipe Liscie

La costruzione di pipe dalle superfici lisce ha come obbiettivo  l’esaltazione delle caratteristiche del legno attraverso il mostrarne le venature e le geometrie della fibra ; un effetto che si esalta con una superficie liscia sono i caratteristici ‘bird’s eye’ ( o occhio d’uccello) , ovvero i noduletti caratteristici della radica la cui forma ricorda appunto quella degli occhi dei volatili ; tali ‘bird’s eye’ possono essere ottenuti su entrambi i lati del fornello tagliando trasversalmente le venature.

Finitura

“..quando si vuole ottenere un risultato eccellente un’attenta ed accurata scelta dei materiali per la finitura è un passo essenziale nella lavorazione di una pipa..”

Cera

Nella costruzione delle pipe si usa principalmente la cera carnauba.

Tale cera si ricava dalle foglie di una palma che cresce selvaggia in Brasile e il suo nome deriva da quello di una popolazione indigena dello stesso luogo. E’ la cera vegetale più dura che si conosca.

Data la sua durezza e la durata della sua lucentezza, viene usata in vari campi sia per lucidare e proteggere ( cere per mobili, lucida scarpe), e come componente vero e proprio nell’industria cosmetica e in quella farmaceutica e alimentare ( rivestimento di caramelle e pillole).

Viene usata nella costruzione delle pipe in  quanto resiste agevolmente alle temperature raggiunte dal fornello durante l’utilizzo.

Colori

Nella costruzione delle pipe vengono utilizzati sia colori  a base acqua che a base alcool e il loro scopo è dare risalto alle venature del legno.

I colori ad acqua, utilizzati nel settore del mobile, richiedono un tempo più lungo per asciugare rispetto a quelli a base alcolica; presentano il vantaggio  di essere piu’ semplici da stendere e danno più possibilità di correggere eventuali errori.

I colori a base alcolica invece richiedono maggior esperienza nel loro utilizzo data la loro velocità di asciugatura che lascia poco tempo alla correzione di errori; inoltre bisogna prestare attenzione a non creare degli strati sovrapposti in quanto si andrebbero a creare aloni rovinando la lucentezza della pipa.

Da questa breve panoramica risulta quindi evidente come nel costruire una pipa ci siano molteplici fattori da tenere in considerazione per potervi dare un oggetto dalle caratteristiche uniche e che duri nel tempo.